E’ la kermesse automobilistica più importante d’Europa, vi espongono i 180 marchi più grandi al mondo. Quest’anno grande focus sull’abbigliamento.

All’88esima edizione del Salone di Ginevra, sono state presentate oltre 100 anteprime mondiali ed europee su 900 auto presenti. I numeri dicono 700 mila visitatori (cui almeno il 10% italiani), che hanno calcato i centromila metri quadrati di spazi espositivi.

Tra le tante vetture inedite quest’anno si sono fatte largo le nuove collezioni di abbigliamento dei più importanti brand dell’auto-motive: da Brembo a Pagani fino a Maserati l’attenzione per il dress-code dimostra un grande passo avanti nel binomio moda-automobili.

In pole position nell’abbigliamento Audes ha accompagnato la casa di Horacio Pagani illustrando al pubblico i dettagli che rendono la collezione 2018 una vera e propria fashion-line che spazia su modelli da uomo, donna e bambino ed esprime, nella cura del dettaglio, la maniacale ricerca della perfezione tipica delle Automobili Pagani.
Stampe tridimensionali e ricami curati all’estremo sono i punti forti di una linea disegnata sui colori istituzionali del brand: diverse tonalità di grigio e blu con un pizzico di arancione per rendere t-shirt, polo, felpe, softshell, piumini e cappelli pezzi unici.

Altro grande brand da sempre molto attivo nell’abbigliamento in partnership ormai da diversi anni con Audes è Maserati. La grande anticipazione del Salone di Ginevra è stata l’annuncio dell’accordo tra le due aziende per la realizzazione della Collezione Maserati Classiche 1914, che sarà presentata prossimamente al pubblico.